Contatti

Se proprio non siete riusciti a trovare l'informazione di cui si aveva bisogno tra le pagine virtuali di questo blog maldestro* ed il sommo Google non ha potuto nulla contro le vostre domande** o semplicemente non riuscite a lasciare un commento lì dove necessario e avete bisogno di mettervi in contatto con andima, magari per andarci a bere una birra insieme in quel di Bruxelles, ebbene ecco una porta di comunicazione: scrivete a andima poi un punto poi la parola magica contact e il tutto seguito dalla famosa chiocciolina e il suffisso gmail.com.

*(perché avete già provato a cercare nel blog, vero?) :)
**(perché avete già  provato a chiedere a Google, vero?) :)

Se il contatto riguarda domande su Bruxelles, è bene ricordare che magari la sezione domande potrebbe esservi utile, come la navigazione dell'etichetta sulle info utili.
Se il contatto riguarda insulti, offese, bestemmie e maledizioni, cercate almeno di avere un po' di fantasia, altrimenti ci potrei rimanere male.
Se il contatto riguarda qualsiasi altra cosa, cercheremo di essere utili nel più breve tempo possibile, salvo lune piene e birre belghe.

A scanso di equivoci, andima vi ricorda il contatto.

23 comments:

Anonimo ha detto...

Ciao e grazie per il blog....

Sai io vivo a Bruxelles da 4 mesi ma ho difficoltà a trovare un lavoro... quasi tutti mi hanno chiesto il nederl... che non conosco minimamente..
io sono laureata in Architettura ed Arredamento di Interni e parlo ingl e francese oltre l'italiano ,la mia lingua.
Sapresti darmi un consiglio su enti italiani che hanno la sede quì??

grazie mille
Laura

andima ha detto...

@Laura
Nonostante francese e inglese, chiedono anche l'olandese? Hm, selettivo il settore, probabilmente la crisi ha inasprito le selezioni.
Purtroppo non conosco molto il settore e non posso consigliarti molto nel campo dell'architettura ed arredamento di interni, finirei col cercare su Google cose che faresti sicuramente meglio tu, essendo esperta di keyword in quel campo.
Come enti ti riferisci al settore pubblico? Ci sono sedi di diverse regioni ed associazioni italiane, ma non so quanto possano aiutarti in quel campo.

Spiace di non avere molte risposte a riguardo

Nano ha detto...

...E per caso su questo sito:
fresca fresca di Bruxelles vi dico:
- Il clima sta migliorando!
-I Belgi non sono belli come gli italiani...
-Gli affitti sono abbordabilissimi e le case molto carine
-La gente è amichevole, non come lì a Paris
-Arte, decorazione,storia, curiosità a profusione
-non fate la dieta :)
-non insistete a chiedere ( come faccio io) un' informazione sulla strada o un posto , perchè sono tanto carini e si impegnano...ma non ce la fanno!
Grazie a tutti!
Simo

Anonimo ha detto...

Ciao, ho ricevuto un offerta di lavoro 2300 netti al mese + macchina. Ho cercato un pò su internet ma trovo stipendi netti medi molto diverse e poi non vorrei tenere in considerazione gli stipendi dei parlamentari europei che alzano magari troppo la media.
Puoi dirmi all'incirca se è uno stipendio alto? Tu che vivi li magari sai darmi indicazioni, io non vorrei accettare uno stipendio che sia medio.

Grazie

andima ha detto...

@Anonimo
Senza sapere quanti anni hai, che posizione ti hanno proposto, in che settore, e senza neanche conoscere il tuo cv (ma anche conoscendolo non è detto che poi sia in grado di), mi è difficile (se non impossibile) valutare se lo stipendio sia o meno alto in base a quanto tu possa offrire al mercato belga.
Però azzardo, e dico che lo stipendio è medio-alto, anzi è alto, in Italia non te lo danno uno stipendio del genere, giusto? Beh, neanche molti belgi se lo possono sognare, uno stipendio del genere, credimi. Quanto vogliamo per venire all'estero, 4.000 al mese? No, che c'è crisi anche a Bruxelles e no, si fa bene a non tener conto degli stipendi dei funzionari, anzi io non li nominerei neanche, perché quando ci offrono uno stipendio in Italia nessuno si sogna di confrontarlo a quello dei nostri parlamentari, giusto?
Non c'è nessun paradiso all'estero e nessuno ci copre d'oro. Certo, si può guadagnare di più o magari si possono trovare compromessi migliori, a ciascuno i suoi. Ma posso assicurare che con 2.300 netti + macchina (equivalenti a quasi 2.500 netti al mese) si vive più che bene a Bruxelles, più della media degli abitanti (anche belgi), empiricamente (dati al momento non ne posso fornire, se non la mia esperienza di 3 anni e più qui).
Spero che la risposta possa essere d'aiuto. In bocca al lupo:)

Anonimo ha detto...

No in Italia non me li darebbero mai e me ne vado anche per questo.
Ma in Italia non devo pagare l'assicurazione per la salute e la pensione, ti spiace se ti chiedo info anche su questo?
La compagnia si offre di pagarmi un 6% del mio salario per pensione, life insurance e disabilità, ma ho letto su internet che per la pensione si paga il 16% del netto è corretto?
Quanto devo calcolare di sottrarre al mio netto per pensione e assicurazione sulla salute?
Il mio lavoro è abbastanza specializzato, lavoro di ufficio, ma difficile da spiegare, sappi che però ho molti anni di esperienza.
Loro sono in attesa di una mia risposta e io non so decidermi.
Grazie per quello che mi dirai.

andima ha detto...

@Anonimo
L'assicurazione sulla salute (la mutualité) dipende dai contratti e dalle opzioni, ma in generale quella base non supera i 10 euro mensili, spesso per le coppie ci sono delle offerte e si arriva a 160 E annui, massimo 180 E. Di solito le aziende però offrono l'ospitalizzazione (lo traduto dal francese, spero si capisca), cioè la copertura di cure mediche in ospedali (pagando il soggiorno, per esempio). La pensione dovrebbe essere già pagata con le tue tasse e non dovresti sottrarre nulla al netto mensile che ti hanno promesso, dovrebbe già contare tutte le detrazioni.
Siccome il lavoro è specializzato, immagino ti abbiano offerto l'RSI, lo statuto speciale di tassazione applicato agli stranieri che vogliano muoversi in Belgio. In quel caso si paga all'incirca un 21% di tasse anziché un 40% e più, è per questo che possono offrire un netto maggiore a parità di lordo (ed è per questo che molti belgi non possono ottenere la stessa offerta). Se è il caso, sappi che tale tassazione vale soltanto per il primo impiego, quindi va scelto bene, perché se poi si vuole cambiare lavoro una volta già trasferitosi a Bruxelles, non si può più chiedere tale tassazione e non sarà facile trovare un lordo estremamente maggiore per avere lo stesso netto mensile. La tassazione speciale ad ogni modo è "temporanea", vale per il primo impiego e in generale la si conserva per anni, poi però se si compra una proprietà in Belgio o qualsiasi altra cosa che possa contaminare la tua "temporaneità" in Belgio, ecco che l'ufficio delle imposte può togliere tale tassazione e poi sono problemi dell'azienda :) che a quel punto deve riaggiustare il salario con salti mortali cercando di assicurare lo stesso netto, ma non sempre è il caso. Ovviamente, se nel tuo caso non hanno applicato questo speciale statuto di tasse, allora ignora le ultime righe.
Quindi, tornando alle domande, calcola un 10 E al mese per l'assicurazione per la salute (puoi prendere come esempio questa: http://www.euromut.be, ma ce ne sono a decine), per la pensione non dovresti sottrarre nulla al netto proposto, salvo il caso in cui si debba avviare un piano di pensione privato. Scusa se nel precedente commento sia sembrato brusco, ma troppo spesso ricevo domande troppo generiche a cui però si pretende risposte minuziose che ovviamente, a quel punto, non posso trovare.

Anonimo ha detto...

Grazie! grazie per tutte le spiegazioni davvero molto chiare!

Controllerò il sito che mi hai indicato per l'assicurazione (per ora ho solo dato un'occhiata)

Per la pensione avevo letto qui
http://www.justlanded.com/italiano/Belgio/Guida-Belgio/Lavoro/Pensioni
se non devo aggiungere altro dal mio netto meglio così!

No non sei stato brusco, ho apprezzato tutte le info che hai fornito e non solo in questo post, ovviamente prima di scrivere mi sono ben spulciata il tuo blog :-) (e qui ci vogliono proprio i complimenti per come scrivi e quello che scrivi!)chiederò poi ulteriori delucidazioni all'ufficio del personale, perchè si mi hanno proposto la tassazione speciale e devo capire meglio questa storia di "temporaneità" e dell'acquisto della casa....perchè se il Belgio mi piace e rimango ovvio che mi comprerò una casa!

Se ti và ti manderò una mail per farti sapere come è andata, alla fine ho deciso di accettare.
Grazie ancora!

andima ha detto...

@Anonimo
Con la tassazione speciale non dovresti avere problemi durante i primi anni, cercando di mantenere sempre un "contatto" con l'Italia, come per esempio mantenere un conto in banca, etc. L'importante è poter sempre difendere la propria "temporaneità" in Belgio. Conosco molti italiani qui che dopo 4 anni hanno ancora la tassazione speciale, alcuni di loro anche dopo aver comprato l'appartamento. Ovviamente, ogni caso è insieme di parametri particolari, quindi non bisogna estrapolarne regole generali. Poi, ci sono anche quelli che si inventano modi per aggirare la regolamentazione. Per esempio, un collega mi ha detto che per non perdere la tassazione a 20% qui in Belgio, ma volendosi comprare casa ha:
- aperto una partita iva, creato un'azienda
- comprato casa a nome dell'azienda
- fatto un contratto d'affitto per cui lui paga l'affitto a quest'azienda (a se stesso)

in questo modo per il governo lui paga ancora l'affitto, riceve una parte dei rimborsi per l'affitto inclusi nella tassazione speciale e mantiene la tassazione speciale del 20%.

Ecco, non voglio dire che bisogna fare queste capriole, ma sì, con la tassazione speciale ognuno ha la propria storia da raccontare :D
Io l'ho persa dopo 2 anni, probabilmente perché mi era difficile dimostrare contatti con l'Italia, forse avevo tagliato troppi ponti e creati di nuovi qui, meno temporanei..

Domanda più che puoi alla persona del'HR con cui sei in contatto in modo da chiarire qualsiasi dubbio, è il momento per queste cose, dopo potrebbe essere troppo tardi! Articoli e post possono essere o datati o non applicabili alle condizioni specifiche dell'azienda, quindi è sempre bene accertarsi che tutto sia come accordato, in modo da evitare sorprese e fraintendimenti. Ci sono mille articoli in rete, ma alla fine il contatto dell'HR è quello che può darti le esattamente risposte che cerchi, sicuramente, anche più di me.
In bocca al lupo e sì, tienimi aggiornato!

Un salutone

francesco ha detto...

mi chiamo francesco,scrivo da parma a pochissimo tempo frequento bruxelles, ho conosciuto una persona, li e accareo sempre piu l idea un giorno se dovessimo vivere insieme di doverm trasferirmi li anche con un po di paura. Qui in italia faccio l infermiere qualcuno mi potrebbe aiutare come potrò fare a trovare lavoro come infermiere li a bruxlles grazie

andima ha detto...

@Francesco
il primo passo sarebbe comprarsi una tastiera nuova, secondo me, altrimenti se scrivi così anche il cv.. non lo capiscono neanche dopo ore di analisi.
Ironia a parte, mi dispiace ma non conosco né il settore né qualcuno che ci lavori, Google sa sicuramente più di me sul mondo degli infermieri a Bruxelles.
In bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

Ciao Francesco, per fare l'infermiere in uno Stato membro del'Unione Europea devi prima farti riconoscere il titolo dall'Autorità preposta del Governo belga.
Dir. 2005/36 "Riconoscimento qualifiche professionali" Se vuoi puoi già chiedere informazioni al Punto di contatto in Italia presso la Presidenza del Consiglio - Dipartimento per le Politiche europee.
Su internet trovi i riferimenti mail e telefonici.
Ciao Vicky

Anonimo ha detto...

ciao sono Luca...ci sono dei siti dove poter trovare lavoro? diciamo però che io parlo inglese e italiano,francese zero o poco più...son messo male vero :-) ?

andima ha detto...

@Luca
controlla nella sezione "Domande", c'è un post dedicato alla ricerca del lavoro, tra articolo e commenti potresti trovare le informazioni che cerchi, altrimenti fammi sapere;)

Anonimo ha detto...

Ciao, ti ho scritto un pò di tempo fa per chiederti informazioni su bruxelles. Ero quella dei 2300 netti al mese più macchina.
Allora innanzi tutto ancora grazie per tutte le info che mi hai dato.
Alla fine ho accettato la proposta e sono arrivata tre settimane fa.
Devo ancora abituarmi e i cambiamenti non sono facili.

Però vorrei dare il mio contributo a tutti quelli che cercano di capire qualcosa di questo paese mentre ancora vivono in Italia.

Bruxelles e tutti i sobborghi sono trafficati da morire, ma ci sono dei buoni collegamenti pubblici, per cui si può vivere bene anche senza macchina.

L'assicurazione sulla salute costa sei euro al mese e ti rimborsano una parte delle spese mediche, molto soprattutto se vai da un dottore convenzionato.

I belgi sembrano piuttosto cordiali e sono un misto fra olandesi e francesi (non a caso alcuni parlano tutte e due le lingue).

Lato cibo si può stare più che tranquilli e la loro cucina è buona...ovvio non si raggiungono mai i nostri standard ma la mensa del mio ufficio offre dei buoni piatti al costo di sei euro.

La bici scordatevela, le piste ciclabili a Bruxelles sono poco estese e spesso devi condividere la stessa carreggiata della macchina.

Sono informazioni superficiali, me ne rendo conto ma volevo dire la mia non solo per dirti grazie.

Ovviamente intatno continuo a leggere il tuo blog, come prima di arrivare....ovviamente non più per avere info sul Belgio (che è il motivo per cui ti ho trovato) ma perchè mi piace quello che scrivi...mi spiace per tuo nonno, ma prometto di non cliccare nessun mi piace su FB in casi del genere :-)

andima ha detto...

@Anonimo
grazie per il tuo aggiornamento e benvenuta a Bruxelles:) grazie anche per il tuo contributo, nonostante le 3 settimane, il tuo giudizio sembra abbastanza veritiero e soprattutto pacato, avrai modo d'approfondirlo sicuramente, in ogni aspetto, trovando sorprese o conferme, in base alla propria esperienza. Ti auguro di ottenere il meglio possibile da quest'avventura brussellese, un grosso in bocca al lupo!

preferina ha detto...

Andima, ma il disegno ciao nonno, l'ho appena visto e mi ha intristito tanto. Forse perché a me è accaduto mentre ero in Irlanda.

Anonimo ha detto...

ciao sono un ragazzo africano che studia marketing in Italia, volevo chiedere se ci sono opportunità nel settore in vallonia o nelle fiandre, o c'è una discriminazione per il colore della pelle?

Grazie e cordiali saluti.
Roger

andima ha detto...

@Roger
Opportunità credo che ce ne siamo, ovviamente non essendo del settore la mia è più una sensazione che un dato statistico, quindi da prendere con la dovuta cautela. Per quanto riguarda la discriminazione, è vero che sono numerose le iniziative e le enti per combatterla, il che fa pensare ad una sua presenza diffusa (altrimenti non avrebbero motivo di esistere o almeno non di essere sponsorizzare in quel modo, si potrebbe pensare); sicuramente, venendo dall'Italia la sensazione di discriminazione sarà quasi nulla, secondo me.

Doc86 ha detto...

Hey ciao,
complimenti per il sito e per tutte le info che dai attreverso questo sito!
Ti vorrei chiedere informazioni per un settore particolare,che mi pare non ci sia tra le cose già postate nel sito.....ovvero come intraprendere una specializzazione medica in univerità belga francofona(magari l'ULB)....dalle poche informazioni che ho trovato su internet so che lì da te l'accesso è mediato da un colloquio lavorativo/esame orale delle conoscenze(molto diverso dalla modalità italiana)...me lo confermi? o meglio magari conosci qualche italiano che si sta specializzando a Bruxelles?

Grazie mille,
saluti da Napoli

andima ha detto...

@Doc86
Come vorrei poter avere tutte le risposte alle tue domande! Purtroppo non conosco molto il settore. Conosco però un italiano (anche lui campano) che ha già lavorato per un'università belga, a Liegi, nel settore della neuroscienza, e farti sapere. Contattami privatamente e cercherò di trovare le risposte necessarie;), l'indirizzo lo trovi proprio in questa pagina.

Un salutone da Bruxelles,
p.s. e salutami la bellissima Napoli

Cristiana ha detto...

Ciao abbiamo vissuto un mese a Bruxelles, studiando il Francese e vivendo a casa di Belgi VERI!Beh inutile dire che ci siamo innamorati e sempre più convinti di volerci trasferire l'anno prossimo...ti scrivo perchè sono un'infermiera e ho iniziato l'iter per equipollere il mio diploma, cerco persone che abbiano già fatto o debbano fare questo percorso...AIUTIAMOCI!
Grazie.
ciao

andima ha detto...

@Cristiana
mi farebbe piacere aiutarti ma non conosco nessuno in quel campo né questo blog è un forum in cui qualcuno potrebbe trovare il tuo annuncio con facilità. Ti consiglio di cercare in forum/siti specializzati o gruppi facebook per esempio (ce n'è uno abbastanza grande, Italiani a Bruxelles, che potrebbe esserti utile). Buona fortuna!:)

andima a Bruxelles :: blog di un sognatore (italiano dicono) a Bruxelles
Feeds: RSS | Atom