domenica 30 agosto 2009

Perché nessuno scende in piazza?

Perché il popolo non scende in piazza a protestare? Perché l'opposizione non organizza un corteo nazionale di protesta ora e non in qualche data a settembre come avevano dichiarato un mese fa? Perché l'opposizione non scende alle azioni, ai fatti, invece delle parole o delle magliette "denunciaci tutti"? Perché non dimostra di voler informare il popolo scendendo in piazza ed informandolo, proprio quando la libertà di informazione e' minacciata? Perché ci sono 75.000 firme per l'appello di Repubblica ma nessuno che pensa sia meglio farsi vedere, camminare, urlare per strada, striscioni, megafoni, invece di star comodamente alla propria scrivania, scrivere nome, cognome, città, email e professione, premere invia e sentirsi orgogliosi magari di aver aiutato il proprio paese? Perché non si reagisce invece di continuare a subire? E' davvero tanto importante che Celentano abbia aderito all'iniziativa o che Saviano abbia scritto quattro righe per ricordarci quello che succede, ma poi nessuno prende un foglio di carta, ci scrive richiesta organizzazione corteo, propone un percorso e ne richiede l'approvazione? E' più fico un V-day organizzato da chi sa tenere il palcoscenico e non lo sciopero dei blogger di chi non usa l'ombrello mentre piovono rane, ma poi tutti a casa mentre si denunciano domande, semplici domande?

30 comments:

andima ha detto...

Facile parlare dall'estero, da Bruxelles, tu sei andato via, magari sei scappato e ora e' facile criticare da fuori - potrebbe dire qualcuno.
Beh alzi la mano chi poteva prevedere una simile catena di eventi scandalosi, io la tengo bassa pensando a quando desideravo tornare presto, per ora rimango qui continuando ad amare il mio paese e non trattenendo i miei perché, convinto che il popolo in piazza e' la prima espressione di popolo cosciente, popolo stufo, popolo attivo, non nella speranza di un intervento divino (di chi ha i rappresentanti in terra più politici che santi) o un intervento dall'estero (di chi non può andare oltre la propria opinione e disdegno sulla testata nazionale), ma nella speranza di se stessi, del popolo, perché l'Italia appartiene agli italiani e non ad un nano viagrizzato con la passione per il risiko.

Antonio ha detto...

anto' nun te fa u sang' amaro :-) Lo so e' difficile ma davvero non vedo soluzioni se non quella di una rivoluzione...

andima ha detto...

uffi.. da italiano medio mi consolo con il calcio.. almeno il derby e' stato quasi meglio di un orgasmo:)

Antonio ha detto...

ca manc' :-)

andima ha detto...

ecco, volendo collegare le domande sul perché nessuno scende in piazza, qui si parla di dignità, dov'e' finita?

andima ha detto...

e questa dagli archivi storici e' bellissima!

Anonimo ha detto...

Se la gente scende in piazza arrivano diverse camionette piene di poliziotti in borghese armati o di appartenenti a qualche circolo di estrema destra pagati e appoggiati dalla polizia come e' successo di recente.

Cossiga l'ha spiegato bene tempo fa questo sistema.

vinz_745 ha detto...

Andima, purtroppo l'anonimo ha ragione.
Utilizzerebbero il metodo cossiga. Se non dovesse funzionare armerebbero la mano di qualcuno e gridrebbero al ritorno del terrorismo.
Se non dovesse funzionare ancora farebbero saltare in aria qualche stazione o treno.

No. Lo strumento nuovo che abbiamo oggi, e che prima non c'era, è la rete.
Il solo cambiamento che Gelli non è stato in grado di prevedere.

bacco1977 ha detto...

io non sto comemntando apposta.
leggo in silenzio......

Jack ha detto...

Io invece mi chiedo se una persona così ha ottenuto alle votazioni il 60% dei consensi, chissà cosa avrebbe combinato un'altra persona dello stesso tipo ma leggermente + furba da fare una buona legge ogni 100. Probabilmente avrebbe raggiunto il 90% dei consensi. Capisco come un Hitler abbia potuto raggiungere il 94% dei consensi, quando è stato eletto.

andima ha detto...

vinz sono d'accordissimo, la rete e' uno strumento potentissimo, l'informazione puo' girare ovunque ma se si ferma alle parole e non si trasforma in azioni, in fatti, rimane qualcosa di incompleto, io non sto auspicando una rivolta, una rivoluzione, quando ho detto scendere in piazza, non pensavo ad un G8 di Genova ma ad un semplice corteo come quello che l'opposizione ha gia' cmq dichiarato di voler fare a settembre, ma lo aveva organizzato dall'8 agosto, io a questo punto affretterei un po' le cose, o avrei affrettato, visto che gia' son passati quasi tre giorni.

Lo so, anche se le parole non si trasformano in fatti, la gente viene informata e puo' usare in modo migliore l'unica arma che il sistema democratico da al popolo: il voto. Ma il voto e' cmq uno strumento incompleto perche' lo si puo' usare soltanto durante le elezioni, nel frattempo non rimane che informarsi e subire (se le cose vanno come stanno andando). E allora siccome c'e' stato gia' un V-day senza le catastrofiche previsioni di Cossiga cosi' come tanti altri cortei ben organizzati, far scendere l'informazione in piazza non sarebbe stata una cattiva idea, far vedere che gli italiani sono indignati (se davvero lo sono) sarebbe stato un buon modo per dimostrare che l'elettorato sta cambiando idee e la maggioranza non punta piu' alla stessa parte.

Certo lo so, anche un corteo e' uno strumento incompleto, le urla magari non fanno eco in certe stanze e cmq si fermano non appena il suono che le ha emesse cessa e con loro l'immagine, ma sarebbe stata una reazione.. perche' le 115.000 firme e passa che ha raccolto Repubblica mi suonano un po' di pigro consenso e anche tutti i personaggi famosi che hanno aderito, poi non trovano spazio nella tv monopolizzata ma potrebbero ad esempio scioperare, addirittura Baudo ha aderito.. quanta ipocrisia..

ieri sera cmq ho visto il tg1 da casa di un amico qui a Bruxelles, nessun accenno, neanche di un secondo, a tutta la vicenda, mentre siamo sulle prime pagine dei giornali di mezzo mondo..

Anonimo ha detto...

>E allora siccome c'e' stato gia' un V-day senza le catastrofiche previsioni di Cossiga...

Gli studenti picchiati durante la manifestazione contro la Gelmini e gli agitatori armati di manganello che si sono magicamente materializzati oltre il cordone di sicurezza ricalca proprio le previsioni di Cossiga.

andima ha detto...

Anonimo, grazie degli interventi, avevo dimenticato quegli spiacevoli episodi, ma tutto cio' puo' far davvero scoraggiare anche la manifestazione? insomma gli italiani cosa dovrebbero fare? restare a casa zitti e aspettare le votazioni? o continuare ad usare la rete, ognuno alla propria scrivania.. e' cosi' che si cambiano le cose nel 2009?

Ma son io che sbaglio l'ipotesi di base, tornando ai quesiti del post, e cioe' che davvero ci sia la voglia di fare qualcosa, invece temo che tutto finira' come al solito nell'indifferente dimenticatoio a presa rapida e anche se adesso tutto sembra scricchiolare sotto la sedia del nano, lui e' ancora li' e li' sara', con tutti i poteri che quella sedia comporta.

vinz_745 ha detto...

Andima. Apprezzo moltissimo la tua passione civica, la tua indignazione. Sono d'accordo con te quando dici che la democrazia è partecipazione quotidiana, che votare una volta ogni 5 anni non basta.

Quello che ci preoccupa è l'incolumità fisica dei ragazzi a cui chiediamo di protestare. Purtroppo quello che è accaduto a Genova, ma anche a piazza Navona non sono episodi isolati ma purtroppo una strategia ben precisa.
Il messaggio è chiaro, chi manifesta oggi lo fa a suo grave rischio è pericolo.
Il metodo Cossiga appunto. Si infiltra qualche violento che fornisce il protesto alle forze dell'ordine per intervenire. Queste ovviamente si disinteressano dei violenti e si accaniscono contro i manifestanti che stanno pacificamente esercitando i loro diritti costituzionali.
Gli autori del crimine godranno della protezione mafiosa di colleghi e superiori. Qualche pesce piccolo verrà processato per accuse minori che cadranno presto in prescrizione. Ovviamente la polizia lo ricompenserà con promozioni per le ingiuste 'sofferenze' patite.
Oggi una persona in divisa puó disporre a piacimento della vita di colui che un tempo era abituato ad essere un cittadino, nella certezza assoluta dell'impunità.

In Italia la costituzione, nei fatti, non è più in vigore.

Un idea. Protestiamo qui a Brussels. Come fannno gli Iraniani, gli Iracheni, i Congolesi..etc. Del resto l'Italia almeno formalmente è ancora in Europa ed è ancora un problema europeo.

Alessandra ha detto...

Sotto sotto quelli che non hanno votato il pdl sono convinti che non succederà niente. Chè tutto continuerà come è stato. Viaggetto in estate, montagna a febbraio, cinema, pizza e fichi. E scendere in piazza è faticoso: bisogna arrivarci alla piazza, prendere dei permessi, saltare qualche corso. E poi che cambierà? Invece, postare un bannerino è un'operazione che richiede pochi secondi. Alla manifestazione contro il ddl Alfano a piazza navona c'erano quattro gatti. E a quelli a cui ho telefonato proponendogli di intervenire mi hanno risposto: tanto non serve a niente. Ma a decine avevano postato il bannerino.

chicco ha detto...

Ragazzi, io ci sono per una manifestazione a bruxelles. Secondo me possiamo auspicare anche in un eco mediatico forte sull'onda degli "attacchi" dei giornali stranieri al nano. Quindi potremmo avere un discreto successo. Resta da informarci sulle autorizzazioni...

bacco1977 ha detto...

grande l'idea di chicco...
da prendere MOLTO sul serio.
se lo fate vi prometto che scendo anche io.....

andima ha detto...

ragazzi l'idea mi piace e oggi ho trovato gia' qualche consenso.

le mie esperienze non sono brillanti dal punto di vista legale in fatti di manifestazioni (son stato in causa 5 anni con il preside del mio liceo perche' quando ero rappresentante d'istituto tra cortei e manifestazioni son successe tante cose e tutto era sotto la mia firma.. ) ma erano altri tempi e altre eta'.

sicuramente si deve andare alla police o al comune per chiedere autorizzazioni e approvazioni di luogo, data, durata. Si dovrebbe scrivere anche un manifesto, probabilmente in inglese, francese e italiano (e fiammingo?) e poi son disposto anche a finanziare per volantinaggio e probabilmente al giorno d'oggi un gruppo su feisbuk non sarebbe male per informare e raccogliere adesioni, l'idea cmq mi piace!

vinz_745 ha detto...

Fantastico.
Anche io allora inizio a raccogliere informazioni su come procedere e magari a spargere la voce.

bacco1977 ha detto...

resto sintonizzato

andima ha detto...

Il 19 settembre manifestazione per la libertà d'informazione in Italia, l'opposizione ha finalmente deciso una data, qualsiasi manifestazione sarebbe bene farla coincidere secondo me, no?

secondo me, questa persona qui a Bruxelles potrebbe darci una mano, provo a contattarla.

Alessandra ha detto...

ma poi l'idea di una manifestazione per il 19 si è spenta? Ho scritto una mail alla Garavini a proposito di questo, ma non ho ricevuto nemmeno una risposta automatica.

andima ha detto...

ciao Alessandra,
io son stato 4 giorni in vacanza e ho staccato la spina un po' da tutto.
Ho provato a contattare queste persone, attendo una risposta, onestamente sarebbe grandioso organizzare qualcosa con l'appoggio o appoggiarsi ad una cassa di risonanza un po' migliore delle 30/40 persone che a stento potrei raggruppare, ma la speranza sara' l'ultima a morire e allora mancano appena 9 giorni, e' vero, direi che e' ora di rimboccarsi le maniche, almeno ci provo.

Alessandra ha detto...

io intanto andrò a una riunione il 18 pomeriggio ad Amsterdam al gruppo a me più vicino, sia politicamente che geograficamente. E finalmente riuscirò a capire (spero) perché non hanno organizzato nulla, dal momento che si vedono regolarmente.
Credo sia troppo tardi per una manifestazione, ci vuole l'autorizzazione della polizia, anche per eventuali quattro gatti quali saremo. E poi bisogna pubblicizzarlo con ampio anticipo. Facebook è rapido per queste cose, ma gli italiani del nord europa sono come gli abitanti dei paesi in cui vivono: devono saperlo molto prima.
Nel caso ci riuscissi, comunque verrei volentieri.

andima ha detto...

ieri su piovono rane si parlava proprio di questo (su questo post).
Finora ho cercato di contattare quattro enti ma nulla, niente risposte. Stasera incontro un amico che vive qui da un bel po', per parlare anche di questo, ma sono d'accordo, si sta facendo tardi :(

andima ha detto...

qualcosa si e' mosso!
qui trovate le prime info. ovviamente io saro' li':) e oggi vado a stamparmi una bella tshirt al city2 con la scritta "sono un farabutto perche' manifesto per la liberta' di informazione" visto che ieri il nano nel suo programma a reti unificate (o reti di programmi fatti slittare, ma e' lo stesso) durante la propaganda e l'utilizzo del dolore dei terremotati come scusa per diffondere e criticare i suoi contestatori, insomma ieri sera al cospetto del suo zerbino Vesta, (avevi detto insomma) ecco si' insomma ci ha definiti tutti farabutti.

La manifestazione e' prevista per le 12, come dice g.i.p.o., beh l'orario non e' dei migliori ma rinuncio volentieri alla pausa pranzo.

vinz_745 ha detto...

a venerdí allora

Alessandra ha detto...

peccato per il giorno e l'orario.

andima ha detto...

qui trovate maggiori informazioni

Anonimo ha detto...

[p]I am a mad lover of all hand-made [url=http://www.cheapuggsbootsinuksale.co.uk]cheap ugg boots sale[/url] products . Made from the same high quality materials, and with the same impeccable craftsmanship as the other UGG brand products, the UGG Dakota Slipper is fashionable, stylish and a must have accessory for the fall and winter months . They tend to buy branded accessories to please their needs for elegance and luxury . At home, my kids just always seem to be there . Ugg shoes and boots trigger so many arguments in public . Frequently, most of those solutions are even unsolicited . Ugg boots grew [url=http://www.uggbootssalehots.co.uk]ugg boots sale online[/url] to become discount uggs sizzling lately . [url=http://www.cheapuggsbootsinuksale.co.uk]ugg boots on sale[/url] academia . Invicta Men's 0164 Pro Diver Collection Chronograph Wood and Stainless Steel Watch The unique style of men's Invicta Pro Diver Collection Chronograph Stainless Steel wood and adds a touch of old world style clock with a modern and beautiful.[/p][p]But the name [url=http://www.uggbootssalehots.co.uk]ugg boots sale[/url] of UGG becomes well-known for a large proportion of people after World Wars . They are also great to be worn with any variety of prolonged fitted winter pants . A long time subsequently, but still a decade with beginning any Shox shoes path, Nike medical tests [url=http://www.cheapuggsbootsinuksale.co.uk]ugg boots uk sale[/url] the main boots or shoes that will be a good famous ancestor within the fashionable Shox . regularly speaking, it is acceptable all a great deal more compared to world . Related Articles - Womens Ugg boots, Ugg boots sale, Ugg boots Sydney, Email this Article to a Friend! Receive Articles like this one direct to your email box!Subscribe for free today! . Despite the fact that criticized while "fake" by several around the business, their price reduction made them attracting substantial store restaurants like Myer . result of saggy rather than victimisation additional head can enable you to feature trendy feeling, let common snow boots additional [url=http://www.uggbootssalehots.co.uk]cheap ugg boots sale[/url] common . He explained 12 [url=http://www.cheapuggsbootsinuksale.co.uk]ugg boots sale[/url] individuals were misused.[/p]