giovedì 22 aprile 2010

Nessuna spada tratta, please

Da una lettera su Italians di oggi, una ragazza 25enne da poco a Los Angeles per uno stage di due mesi lancia un appello a tutti gli italiani all'estero: italiani di tutto il mondo, - scrive - dovunque voi siate, quando qualcuno parla male del vostro Paese, difendetelo a spada tratta, ricordategli che siamo la culla della cultura e dell'arte, e che gli italiani sono anche e soprattutto brave persone.
A supporto del suo appello, Giulia descrive il suo senso di nostalgia ed amarezza parlando dell'Italia all'estero, elencando la nostra ricchezza linguistica, il patrimonio artistico, "mari, monti, isole che tutto il mondo ci invidia", "il cibo migliore del mondo".

Ora, al di la' del fatto che non tutto il mondo ci invidia mari, monti e isole perché ci sono paradisi terresti altrove che condizioni climatiche, latitudini ed evoluzione non ci permettono di avere ed è giusto che sia così: è la bellezza della diversità e basta varcare un po' la soglia del proprio micro-mondo per accorgersene; e al di la' del fatto che il cibo migliore del mondo è una convinzione molto radicata nella nostra cultura ed è migliore per noi perché siamo abituati a quello che mangiamo e guardiamo con smorfie strane quello che è diverso, probabilmente perché di recente si parlava tanto di dieta mediterranea e allora ce ne sentiamo i creatori e detentori, ne andiamo fieri e la eleggiamo a migliore: pero' mi domando, il Mediterraneo è solo italiano? Quando si parla di cucina mediterranea, non si riferisce forse anche a Spagna, Grecia, Francia, etc? Di recente mi è capitato di notare lo stesso presso alcuni spagnoli, anche un ragazzo andaluso parlava della cucina spagnola come la migliore del mondo perché cucina mediterranea, eppure molto diversa dalla nostra migliore del mondo, pur sempre mediterranea. Insomma, mettetevi d'accordo.
E se dal punto di vista artistico vantiamo un patrimonio di tutto rispetto, non possiamo in eterno ricordare il passato, lodarlo e gettarlo sul tavolo dei confronti quando il mondo è in eterno giro e corre veloce il tempo così come le altre nazioni, che vanno avanti, evolvono, migliorano, contribuiscono ad ampliare i propri patrimoni artistici moderni e proteggono quelli naturali, mentre noi restiamo impantanati in un tradizionalismo abissale, continuando a guardare al passato mentre gli altri si lanciano nel futuro.

Prima di pensare ad un appello a tutti gli italiani all'estero, lascerei da parte patriottismo e sciovinismi vari, in un mondo che elogiamo come globalizzato, sfruttiamo per abbattimento di frontiere e comunicazioni, ma poi mano alla spada tratta, perché nessuno giudichi o critichi la nostra terra? No, niente spada tratta please. Spada tratta vuol dire paraocchi ed orecchie da mercante, vuol dire chiusura mentale e rifiuto del confronto, vuol dire stagnamento mentale, innalzamento di barriere intorno alle proprie visioni che non permettono di vedere quanto di buono ci sia fuori e ammettere che possa essere anche migliore, ma soprattutto evitare di pensare che ciò che sia diverso sia incondizionatamente peggiore.
Io sono un italiano all'estero da due anni e mezzo e quell'appello lo rifiuto. Quando si parla dell'Italia, argomento, ascolto, rispondo, ma senza spada tratta, senza mai pensare sempre e solamente alla difesa o usare i soliti tre, quattro argomenti per l'attacco, così non si ascolta, non si cambia e si rimane terribilmente indietro.

22 comments:

TopGun ha detto...

Bhe, Auguri alla ragazza per i suoi mesi a Los Angeles.

ma perché ci scrive da lì? come mai non ha completato la sua formazione in Italia?
visto che si occupa di scienze politiche, e visto che (individui esclusi) il nostro panorama politico è così interessante e vario...perché spendere due mesi lontano dal paese migliore del mondo?

dove le è capitato di poter vendere solo pentole ed aspirapolveri a domicilio?


per sapere.

vinz_745 ha detto...

Non si puo' non condividere questo post. Per quale motivo si dovrebbe difendere a spada tratta il proprio paese a costo di negare l'evidenza?
Trincerarsi dietro l'arte la storia e le bellezze naturali è la classica foglia di fico per coprire il declino che va avanti ormai da troppo tempo.
Come quendo affermano che il problema non è la mafia, ma quelli che ne parlano. Sapete a chi mi riferisco. Il principio è esattamente lo stesso.

A me tra l'altro capita di frequente il caso contrario. Cioè stranieri che hanno una visione dell'Italia, come d'un idillio da cartolina.
Ultimo esempio una ragazza tedesca l'altro giorno al corso, che pensa che la pasta è cibo migliore e Roma la città più bella che esiste.
Si. Da turista.

Quanto alla dieta mediterranea va detto che si basa su prodotti comuni a tutti i paesi menzionati, l'olio d'oliva, il pomodoro etc...peró, peró...(magari questa è un'obiezione che ti farà piacere vista la tua origine..:))...il termine 'dieta mediterranea' fu coniato da un americano Ancel Keys dopo essersi trasferito a Pioppi nel comune di Pollica, dove ci visse 28 anni.
Dunque la dieta mediterranea, non è italiana, non è nemmeno meridionale. E' in realtà il modo di mangiare di un piccolo villaggio della costiera Cilentana.

TopGun ha detto...

interessante l'origine della dicitura "dieta mediterranea"


@vinz ti segnalo questo post:
http://unmezzosangueadublino.blogspot.com/2010/04/lettera-di-saviano-al-premier.html

Freddy ha detto...

Ha dimenticato di dire che abbiamo anche i migliori doppiatori del mondo.

Che adesso che li prendono a lavorare in co.co.pro e con scarsa esperienza se ascolto un trailer doppiato in italiano mi sanguinano le orecchie. :/

andima ha detto...

@tutti
ho inviato una email alla ragazza, segnalandole il post, magari commenterà.

@Top
mi associo agli auguri e spero che le tue domande possano avere risposta:)

@vinz
non sapevo neanche io dell'origine del termine:)
A me capita lo stesso con gli stranieri. Ogni volta che facevo vedere le foto di Agropoli ai miei colleghi irlandesi o qui ai colleghi belgi, tutti esclamavano sempre la stessa frase "e cosa ci fai qui?", perché ragionano d'istinto a primo acchito con la testa da turista, la risposta si sintetizza sempre in una smorfia ed un "Eh.."

ah un'altra cosa che mi ha appena fatto notare un mio amico e c'è sfuggita a tutti! Gli ho inviato il link della lettera e ho chiesto "cosa ne pensi?"
mi ha risposto "che le regioni d'Italia sono 20 non 21" :D

andima ha detto...

@Frezzy
Ti invito a guardare questa perla recentissima sull'inglese dal tg1, io più la guardo più do' a testate sulla scrivania:
Arsciuar???

TopGun ha detto...

per favore, non prendetemi per il culo per quello che sto per scrivere....

ma cosa avrà voluto dire con arsciuar?
che cosa sarebbe dovuto essere in realtà??? O_o

andima ha detto...

@Top
credo abbia voluto dire:
"Where are you going?" ma s'è mangiata il participio

e poi "are you sure?" ma li' s'è inventata una pronuncia che ha fatto ridere l'intervistato e tutti noi

ora, ovviamente i miei a tavola vedendo il tg1 non avranno capito l'errore e avranno anche pensato "oh guarda, l'inviata del tg parla pure inglese, che colta" :S

la realtà e' che Minzolini andrebbe cacciato (fosse solo per questo, lo so, ma lui e' pur sempre il direttore) e con lui molta altra gente, ma vabbe', evito di andare ot;)

Freddy ha detto...

I migliori doppiatori del mondo...

A 3:45 in inglese
http://www.youtube.com/watch?v=NkRMpMLzkYs

a 04:05 in italiano (tralasciando i pesantemente cambiati):

http://video.libero.it/app/play?id=48c5949da43cbfe643cf39d9d54dd411

TopGun ha detto...

io mi sono accorto dei cambiamenti senza senso, quando ho cominciato a guardare i telefilm in lingua.

per dirne uno famoso, Friends.
in Italiano è piaciuto ma in Inglese è 10 volte meglio.
alcune battute ed alcuni tratti della trama, in italiano perdono tutto.

p.s. ma come siamo arrivati a parlare di doppiaggio? di solito quello che va fuori tema sono io :D

pedro ha detto...

concordo.
sulle bellezze piu' belle, basterebbe andare in spagna, dove hanno i pirenei, il mare, le isole e capire che non siamo gli unici al mondo.
sulla cucina, la dieta mediterranea, è una giustificazione al sovrappeso degli italiani.

la signorina ha dimenticato di dire che abbiamo il miglior vino del mondo, il miglior calcio, i migliori politici, il miglior clima, le migliori auto, la miglior moda...

questo è tipico di chi ha vissuto solo nel proprio paese.
basta andare fuori, provare qualcosa d nuovo per rendersi conto che non esiste 'il milgiore'.
prima di tutto è soggettivo.

Jack ha detto...

Io veramente sapevo che l'origine della dieta mediterranea è in Italia, precisamente in paesino della Calabria. Almeno così è riportato su questo sito:
http://www.tropea.biz/prodotti-tipici/dieta-mediterranea.php
Non so quanto sia attendibile.
Per il resto credo che sia il solito meccanismo di difendere la squadra del cuore a tutti i costi.
Per alcune cose l'Italia è veramente un paradiso, per l altre l'inferno.
Basta contestualizzare un pò meglio e non fare a gara a chi ce l ha più lungo.
Un saluto dal paese do sole ( ma anche di Riina, Provenzano, Berlusconi, Andreotti, etc )

andima ha detto...

@Freddy
sul vedere i film in lingua originale, sono d'accordissimo, e' un altro mondo, spesso pero' frasi e battute vengono cambiate in base alla cultura degli spettatori del paese di destinazione, detti popolari, luoghi comuni, che magari e' anche accettabile, ma ovviamente in casi davvero ristretti!
Altra cosa che non sopporto e' la traduzione dei titoli, spesso totalmente distrutti, nel vero senso della parola.
Basti ricordare quel capolavoro di "Eternal Sunshine of the Spotless Mind" tradotto da noi in "Se mi lasci ti cancello" alla stregue di un film-panettone di natale. E' da denuncia.

@Top
e' vero :D ma non dispiace:)

@pedro
bravo, non esiste neanche il 'migliore', e' sicuramente soggettivo, ed un po' di esperienza e sano confronto non fanno sicuramente male.
Sulla Spagna, che ho girato in lungo e largo (son stato a Ibiza, Formentera, Madrid, Toledo, Siviglia, Cordoba, Granada, Barcellona, Las Palmas,etc), mi trovi totalmente d'accordo!
Sul campionato di calcio, siamo oramai matematicamente di serie B in 2 anni, anche se l'Inter quest'anno vincesse la champion (e io me lo auguro:), il ranking UEFA parla chiaro, l'anno prossimo perdiamo la prima colonna di dati e di conseguenza lasciamo il posto alla Germania, che avra' 4 squadre in champion il che significa piu' soldi, diritti tv, marketing, giocatori migliori, insomma miglior calcio.
ranking UEFA 2010

andima ha detto...

@Jack
ma infatti il mio post non era contro l'Italia ma contro l'attitudine al difendere sempre e cmq, quel "a spada tratta" non ha senso, il tuo esempio e' lampante: difendere la squadra del cuore.
Quello che ci manca secondo me, e' un po' di autocritica ed umiltà.
Quella spada tratta, quel patriottismo nazionale, son sentimenti usati abilmente dalla destra italiana moderna quando, come diceva vinz, si attacca chi pubblicizza la mafia nel mondo, ma anche quando i giornali esteri attaccavano il nostro premier o la nostra economia, ecco si tentava di ridurre tutto ad invidia, pettegolo.

Freddy ha detto...

Non hai colto: in animatrix in inglese dicono:

Right! Come and get some.

In italiano dicono:

Luce!
Fatevi sotto.

LUCE!!!

TopGun ha detto...

si si avevo capito.

in friends per dire, i riferimenti continui all'Italia vengono tolti.
ci sono delle parti addirittura in Italiano o in dialetto Napoletano che scompaiono nel doppiaggio Italiano.
altre che come in animatrix cambiano.

andima ha detto...

arsciuar? :D

andima ha detto...

anche questo post e' stato pubblicato su Italians, qui, e come al solito non sono mai d'accordo con i titoli che vengono scelti, ancora non capisco perche' non aggiungono un campo per il titolo, ma vabbe':)

TopGun ha detto...

http://www.corriere.it/italians/10_maggio_02/Italia-abbiamo-i-nostri-difetti-ma-molto-altro_6081f4ea-553f-11df-a414-00144f02aabe.shtml

andima ha detto...

caspita, grazie per il link Top, mi era sfuggita questa lettera di oggi.

Che dire.. mi avrebbe fatto piacere ricevere una email da questo signore, visto che rispondeva ad una mia lettera, almeno segnalarmi la sua risposta o altro. Ad ogni modo, sono opinioni si sa, ma quando leggo frasi come queste " la cucina incomparabile .. gli altri mangiano schifezze", "le nostre donne sono meravigliose", insomma non si ragiona, si sentenzia, credo che sia un altro muro di gomma, puoi parlarci anche 8 ore, tutto rimbalza e il muro torna quello di prima.

TopGun ha detto...

mi è caduto l'occhio molto per caso su quella lettera nella miriade di cose da leggere che ho.

purtroppo non mi pare le lettere siano aperte ai commenti.

secondo me ci sarebbe da ragionarci o almeno da farci un tentativo.

io mi ripeto, le donne sono bellissime...sono gusti.
la cultura di parità che abbiamo in Italia adesso però come le rende queste donne (non tutte chiaramente).

quante ragazze bellissime subito dopo il matrimonio, schiacciate da una società che non le supporta diventano dei racchioni sforna figli?

in Svezia succede questo o una mamma resta una donna che si cura e si prende i suoi spazi?

il cibo...
ricette incredibili, tradizioni sedimentate, tutto eccellente.
nella vita di tutti i giorni, gli ingredienti che usiamo nel quotidiano....quanto buoni sono? quanto genuini sono?

la pasta fatta in casa con le uova del super mercato, viene uguale a Napoli a Dublino e Brussel...cambia solo che non ti devi sedere comodamente a tavola per mangiarle perché te le prepari tu e non mamma.

quì c'è certamente una cultura del cibo diversa.
però per fare un esempio, i miei nonni o i miei genitori, vanno dal macellaio e sanno ogni taglio di carne come si chiama.
quello che serve per il macinato, quello che serve per le braciole ecc. ecc.

non so te, ma io non li conosco tutti i tagli di carne e i relativi usi.

premesso questo, sapendo pure tutti i tagli di carne, la qualità delle carni nostre è davvero così superiore a quelle che mangiano in germania, in irlanda o altrove???

mi ripeto, sono proprio prolisso oggi peggio di sempre, ok per la conoscenza, per la tradizione...ma imparata questa c'è anche il rischio di scoprire che la carne in Irlanda sia superiore a quella che troviamo da noi.
c'è il rischio che il pesce azzurro pescato sulle coste spagnole sia migliore del nostro(un esempio scemo) che poi no abbiamo un ricettario vastissimo che da regione a regione varia....questo è un dato di fatto riconosciuto da tutti i più grandi chef del globo.
è una tradizione amata ed apprezzata, ma riproducibile fuori dai confini italiani, anzi forse migliorabile.

taccio, ma se vuoi continuo all'infinito :D

andima ha detto...

@Top
hai ragione, su questo argomento se ne potrebbe parlare all'infinito, ora.. io non voglio dire che la cucina non sia buona o che il patrimonio artistico non sia spettacolare, mentirei, e' chiaro, ma non e' questo il punto. Il punto e' di nuovo quella spada tratta, e' dire gli altri mangiano schifezze, e' dire le nostre donne sono le migliori e basta, insomma questo signore ha risposto alla mia lettera ma forse non ha letto la lettera a cui io già rispondevo, e cioè l'appello a tutti gli italiani all'estero.