venerdì 6 aprile 2012

Amo la blogsfera

Arrivato oggi, il primo libro di Zerocalcare, prodotto da Makkox.

9 comments:

ThePrez ha detto...

Ottimo acquisto :)

andima ha detto...

grazie:) divorato, devo dire, Zerocalcare è davvero bravo, il libro merita sicuramente, i disegni, il tratto, le metafore e le storie raccontate sono un insieme perfetto. Ho riso tanto ma alcune immagini lasciano anche l'amaro in bocca, tanto.

antonio ha detto...

grande, lo seguo anch'io :D

andima ha detto...

qui ho dato un volto a Zerocalcare, l'intervista però è di un anno fa. Il libro merita davvero, mi sa che me lo rileggo per apprezzarne meglio i dettagli!

CheleAlwaysLate ha detto...

Bello bello! Io l'ho scoperto proprio grazie a te, anch'io l'ho comprato e non vedo l'ora che arrivi!

andima ha detto...

@CheleAlwaysLate
Ottimo acquisto! Io l'ho divorato pur prendendomi doverose pause per apprezzare alcune pagine nei dettagli davvero curati di alcuni disegni. Tante risate ma anche alcuni silenzi, ma te ne accorgerai, tipo a pg 106. Non svelo niente pero' ;)

sandrokhan80 ha detto...

Grandissimo Zerocalcare, l'ho comprato e mi piange il cuore di essermi dimenticato il libro sul bus a Pisa!
Ho trovoato anche quest'articolo redatto proprio a Bruxelles http://fr.myeurop.info/2012/02/27/la-jeune-promesse-du-blog-bd-a-l-italienne-4701

andima ha detto...

@sandrokhan80
e non se hai visto, che la nuova ristampa con Bao è a colori, 8 bit!
Va beh, mi tengo quella in bianco e nero e mi dispiace se hai perso la tua :(

CheleAlwaysLate ha detto...

Spettacolare!!!
Divorato in poco più di una notte, ho riso tanto, come non avrei mai pensato, ancora di più delle sue strisce settimanali (mia sorella la mattina dopo si è messa a leggere perché "se ridevi come una deficiente dev'essere proprio bello"). Pianto, c'ero quasi: i silenzi di cui parlavi ci sono stati, eccome. Tanto che ad un certo punto mi sono dovuta fermare, e ho fatto passare la notte, ché mi sembrava quasi irrispettoso precipitare la lettura di una storia così delicata e profonda, eppure leggerissima.
Zero Calcare è troppo un mito!
E io mi tengo la versione in bianco e nero, less is better! ;)