giovedì 10 gennaio 2013

Roma caput mundi, forse

- Non è possibile, non è possibile! - ripeteva il signor Beppino al telefono, cercando di contenere un certo nervosismo crescente, volendo quasi afferrare la cornetta tra i denti, staccarne un pezzo con forza, masticarne la plastica a morsi decisi come a voler cercare d'attenuare quel suo umore intollerante tra denti e bocconi. Contegno, ci voleva contegno e autocontrollo. - Non è possibile - ripeteva il signor Beppino al telefono, contenendosi ed autocontrollandosi - che un appartamento a Roma possa essere più caro di un appartamento a Bruxelles - mentre dall'altra parte della cornetta l'impiegato dell'agenzia immobiliare romana riuniva tutte le sue rughe tra smorfie di stupore e incomprensione. - Le ripeto, non è possibile perché i dati parlano chiaro, ed in più è così logico! Un appartamento al centro di Roma non può costare 5 volte di più di un appartamento al centro di Bruxelles - ripeteva per l'ennesima volta il signor Beppino, quasi lasciando trafilare una certa rinuncia.
- Ma guardi, forse non si rende conto, stiamo parlando di Roma! Del centro di Roma! - esclamava con convinzione l'impiegato, come a ricordare la cosa più ovvia del mondo.
- Non è possibile, non è possibile! - per l'ultima volta, il signor Beppino al telefono - lo so che ci son le rovine dell'antica Roma, che si vede quasi il Colosseo, ma guardi, i dati parlano chiaro, perché un appartamento lì deve costare così tanto se l'indice di corruzione del paese è così alto? Guardi che comprare significa investire, guardi che comprare significa pensare al futuro, va bene che ci son rovine di più di duemila anni fa, ma io compro per il futuro, non per il passato, io compro per viverci, i dati parlano chiaro, se lì si taglia alla ricerca, si taglia all'educazione, si taglia alla sanità, mi dica lei, perché dovrei pagare così tanto per quell'appartamento? Qui si parla di presente e futuro, non me lo può giustificare con il passato, con le rovine, con le tracce di epoche lontanissime! Il mercato, allora, non è meritocratico, non usa criteri validi, quell'appartamento non può costare 5 volte il prezzo del nostro appartamento al centro di Bruxelles, capisce? - Se il signor Beppino avesse potuto vedere, in quel momento, mentre e appena aveva terminato quelle parole, se il signor Beppino avesse potuto vedere l'espressione dell'impiegato, lì a Roma, dall'altra parte della cornetta, forse avrebbe smesso, forse si sarebbe fermato, ma il silenzio, quel silenzio che riceveva dall'altra parte, lo interpretava come un'attesa, come una voglia d'ascoltare, e allora continuava. - Mi sembra chiaro che il prezzo debba essere in proporzione al benessere offerto da quel posto, alle possibilità di lavoro, alla qualità del futuro o almeno dalle opportunità che i miei figli possano avere lì, lo so, ci sono le rovine romane, ma guardi che quelle rovine romane alla finestra non daranno da mangiare ai miei figli, lo capisce? E in più i trasporti pubblici sono un problema, il parcheggio è un altro problema, insomma, come me lo giustifica lei, quel prezzo, quella differenza?
- Senta - Con una mano sulla fronte e la voce un po' rassegnata - stiamo parlando del centro di Roma, stiamo parlando dell'Italia, pensi al sole che avrà qui, pensi al cibo, pensi alla storia, alla cultura - ad ogni parola, ad ognuno di quei punti, già ascoltati mille volte, il signor Beppino faceva il verso, muoveva il capo come a contarli, come a ripeterseli danzando, ridendo, istericamente - Non dovrei neanche dirlo, stiamo parlando di Roma, del centro di Roma, i prezzi sono questi, se vuole spendere di meno possiamo vedere in altri quartieri, in periferia..
- Ma lei lo sa che il prezzo di un appartamento in periferia, lì a Roma, insomma per lo stesso prezzo posso ancora comprare qualcosa nel centro di Bruxelles? Guardi che c'è qualcosa che non va, con quei prezzi, con il mercato lì, lo capisce? - Oramai rinunciatario, già pronto al saluto.

- Ancora con quell'appartamento? Lasciamo stare, Beppino... - Disse la moglie, qualche minuto più tardi, guardandolo con occhi un po' preoccupati un po' dolci.
- Niente, non ci riesco, - rispose Beppino, ancora con una mano sulla cornetta - devo cambiare strategia, questo tipo di negoziazione non funziona...

8 comments:

elle ha detto...

Eh già. La questione del costo delle abitazioni in Italia è davvero pietosa :(
Roma caput mundi...solo nella testa dei romani, forse.

PS Lo sai che anche Salerno offre prezzi da capogiro? Assolutamente fuori dallo standard del sud, in linea con le grandi città. Che squallore.

Vittorio Scarano ha detto...

si ma vuoi mettere il centro di Salerno ... daaaaaiiiii :-)

andima ha detto...

@elle
è vero che il signor Beppino confronta mele con banane, ma qualcosa da far ragionare l'ha detta in quella telefonata, ma dimentica che ci son offerte e domande e che non tutti i mercati sono globalizzati e quindi non confrontabili. Cmq sì, nessuna Roma caput mundi, neanche per me ;)

p.s. eh ma Salerno con De Luca è migliorata molto eppoi è sempre stata una città che ha cercato di distinguersi dalla zona. De Luca ha sicuramente i suoi meriti, ma ad ogni video su Youtube non riesco a guardarlo per più di un minuto :S


@Prof
Il signor Beppino avrebbe dovuto considerare anche il centro di Salerno allora, non solo il centro di Roma :)

Alessandro ha detto...

Che le rovine romane non ti diano da mangiare è tutto da vedere! Se fai la guida turistica te lo danno eccome! :D

andima ha detto...

@Alessandro
verissimo, e in effetti che ce li mandiamo a fare i figli all'università, tutti vestiti da centurioni sotto al Colosseo allora :D a far foto coi turisti e poi lamentarsi se gli lasci troppo poco di mancia (è successo a me, neanche il settore del turismo sanno sfruttare a Roma, non per questa stupidaggine eh, ma tanto altro che non so qui a elencare;)

Alessandro ha detto...

Ah guarda non tocchiamo sto tasto ch una foto con il centurione mi è costata 5 € (e l'ho fatta solo perché la voleva la mia ragazza). Manco fosse Belen mortacci sua :D

Alessandro ha detto...

"manco fosse Belen" era riferito al centurione eh non alla mia ragazza :D

andima ha detto...

@Alessandro
ahahaha, giuro che me lo hai fatto notare tu, il presunto equivoco :D