giovedì 23 settembre 2010

Vuoi sapere di più sul Belgio?


Il regista Jerome de Gerlache ha realizzato un breve video che tenta di raccontare attraverso simpatiche animazioni la complessità del Belgio e la sua natura mista, spesso quasi surreale, come continuava a sottolineare la prof di francese al corso serale. Il testo nasce dalla mente dello scrittore belga Marcel Sel e proprio nell'intento di volerlo tradurre per poi riportarlo qui nel blog, son entrato in contatto con lui (perché solo ascoltando il video non riuscivo a carpire tre-quattro parole né i nomi dei politici nel finale ed altri dettagli minori). Con mia grande sorpresa Marcel Sel (che ringrazio nuovamente) mi risponde in italiano, felice di poter scrivere nella lingua del suo bisnonno: ed ecco il Belgio, ancora una volta, presentarsi nella sua veste di terra ricca di diversità (e quindi ricchezza).

Il video riassume i tratti fondamentali del paese attraverso le sue caratteristiche fondamentali: le lingue; utilizzando uno stile simpatico e spesso pungente (tanto da suscitare qualche polemica), l'autore cerca di trasmettere la complessità (e forse la confusione) legata al Belgio ed alla gestione amministrata, alla convivenza pacifica delle diverse comunità.
Per i più pigri e per coloro che magari non masticano bene l'inglese, ho tradotto di seguito l'audio del video, arricchito di riferimenti per eventuali approfondimenti:

"Il Belgio ha la reputazione di essere il paese più noioso del mondo, abitato soltanto da gente amichevole che mangia cozze con patatine fritte e maionese e produce cioccolato svizzero. Per farla breve, cosa necessaria se davvero si vuole capire perché la quarta più grande potenza del mondo potrebbe suddividersi in tanti piccoli insignificanti pezzi, il Belgio è davvero, totalmente, completamente noioso!
Noioso? Il Belgio?

In verità sembra evidente che non sia altro che un ingiusto pregiudizio. Il Belgio attualmente è uno dei paesi più strani del mondo. Per cominciare, sono gli unici ad avere un monumento alto 20 cm che ti fa la pipì di fronte, gli unici ad avere un primo ministro che, alla richiesta di cantare l'inno nazionale, erroneamente canta quello francese. Gli unici ad avere un solo monumento famoso fatto esclusivamente di... ehm... palle.

Durante 150 anni il Belgio ha prodotto i migliori esperi di ingegneria e la più inefficiente struttura politica. Il Belgio stesso fa qualsiasi cosa nella maniera più complicata possibile. Nelle 3 lingue nazionali: olandese, francese e tedesco. Hanno un governo centrale e tre regioni, ogni regione ha un governo con gli stessi poteri del governo centrale. Un'ottima idea per rendere totalmente impossibile la gestione del paese.
Fortunatamente solo la regione di Bruxelles nel centro è bilingue, in francese ed olandese. La regione fiamminga è monolingua, in olandese, anche se ci sono servizi amministrativi per francofoni qui, qui e qui ed anche qui e... oh sì, qui. I cittadini francofoni possono essere giudicati in francese nella così chiamata contea BHV dove una forte minoranza parla francese.

La Vallonia è un territorio francofono, beh ad eccezione di qui e qui ed anche qui, dove vive la minoranza tedesca. Quindi, per gestire queste numerose minoranze, i tecnologi (alla cicoria) belgi decisero che 3 regioni non era sufficienti ed aggiunsero altre 3 strutture, chiamate comunità. Ci sono 3 comunità: olandese, francese e tedesca. Come lo stato centrale e come le regioni, ogni comunità ha un governo ed un parlamento e, per esempio, la comunità francese fornisce servizi culturali e sociali a francofoni in Vallonia ed a Bruxelles, ma non può fornire nessun tipo di servizio ai 300.000 francofoni nelle Fiandre, perché le Fiandre sono monolingue e gli stranieri devono parlare olandese. Che Dio sia dannato! (in olandese, Godverdomme).
La comunità tedesca può agire soltanto in Vallonia, la regione francofona, mentre la comunità olandese può agire nella regione di Bruxelles o nelle Fiandre. Quindi, come potete vedere, una famiglia francofona a Bruxelles potrebbe dipendere dal governo centrale per la pensione del nonno, dal governo della comunità francofona per l'accademia di musica, dal governo della comunità olandese per le scuole elementari, dal governo della regione di Bruxelles per la gestione dell'immondizia e così via.

Così, nel complesso, può accadere che ministri di quattro distinti governi lavorino per una sola famiglia brussellese. Adesso potete capire perché i belgi non possono vivere insieme e non possono vivere separati!
I belgi sono sicuramente una meraviglia di tecnocrazia alla cicoria progettata per trasformare qualsiasi cosa semplice in qualcosa di catastroficamente complicato. E funziona! Il che vorrebbe dire che non funziona affatto! Beh, ad essere onesti c'è una cosa che unisce le differenti comunità di questo piccolo, strano ed indecente paese: tutti concordano sul fatto che il piatto nazionale sia chiamato french fries in inglese, French fries with mayonnaise, frieten met mayonnaise, frites à la mayonnaise, fritten mit mayonnaise.

Ah quasi dimenticato, il signor Van Cauwenberghe è un politico francese mentre il signor Bourgeois è un politico olandese."

0 comments: