lunedì 14 marzo 2011

Il rugby secondo il collega francese

Appena arrivato in ufficio domando al collega francese (che venerdì non faceva altro che parlarmi dell'incontro di rugby tra Italia e Francia, terminato in una storica quanto inattesa vittoria azzurra):

"Sono rimasto sorpreso anche io, hai visto poi il match di rugby?"
e lui "Sì... sì... "

[secondi di silenzio mentre io lo fisso con un sorriso sottile]

"Ma sai... - poi continua - in fondo anche il Rubin Kazan è riuscito a battere il Barcellona una volta, nello sport è così... "

Il Barcellona. Va beh, meglio così, a rispondere un "son stati bravi gli italiani" gli sarebbe potuta scoppiare qualche vena in fronte. Ma il rugby non era lo sport del fair play?
Poi la gente si meraviglia quando dico che molti preferiscono Bruxelles a Parigi...

8 comments:

chechi ha detto...

ajaja! il "rosicaggio sportivo! è molto bello! io per i mondiali avevo piazzato sulla mia scrivania una bandiera dell'italia di discrete dimensioni....quando siamo stati eliminanti non ti dico quanto mi hanno fatto pesare sto pezzo di stoffa!

Marco - Osio ha detto...

eh eh!
Per i francesi questa sconfitta è stata davvero pesante da digerire... chissà se e quando se ne faranno una ragione :-)
Comunque problemi loro: noi godiamoci il successo! :-)
Un saluto.
Marco

ps: complimenti per il blog (ci sono arrivato oggi per la prima volta)

TopGun ha detto...

Basta che mo la squadra non si "allanza" e continua a sudare come a sempre fatto.
Questo è un successo che nasce da molti cucchiai di legno.

Belle le lacrime di fine match.

vinz_745 ha detto...

Vi segnalo questo bel post
la conquista del bel paese.

Loro si stanno comprando mezza italia. Noi peró li abbiamo battuti ai mondiali e ora nel rugby.
Consoliamoci cosí

andima ha detto...

@vinz
nessuna consolazione, il post era una battuta come se ne fanno spesso, ogni tanto ci vogliono, poi sta al lettore decidere se sia simpatica oppure no.

Sull'articolo: oh mio dio ci stanno invadendo!!! Beh trovo l'articolo interessante ma onestamente lo trovo anche mal impostato: è l'economia che è così, l'abbiamo globalizzata, l'abbiamo voluta noi così, e allora? Se Berlusconi si compra due canali spagnoli cosa diciamo? Che lui si sta comprando la tv spagnola o lo stanno facendo gli italiani? Cosa c'entrano i francesi adesso? Sono persone singole, individui o aziende che stanno comprando altre aziende, non c'è nessun paese che si sta comprando in massa un altro paese, non c'è nessuna invasione, si chiama economia, e allora? Magari qualcuna di quelle aziende francesi non è neanche francese a monte, ma non importa, sono loro che ci stanno invandendo. Dai.
Se mi compro, io, due squadre di calcio belghe, non è certo l'Italia che si sta comprando il calcio belga, ma sono io e basta. Non vedo la cosa più preoccupante di quanto possa essere pensare "la maggior parte degli utensili che stiamo usando è made in Cina, cacchio dipendiamo dalla Cina!". L'economia oggi è così, ha le sue regole, se giochi male perdi, tutto qui.

Trovo la seguente frase pure populismo "Una volta i francesi entravano in Italia con le truppe per conquistare, mentre oggi i nuovi Napoleone entrano piu’ di soppiatto, sfruttando le truppe moderne che non sono armate di baionetta ma di partecipazioni e titoli azionari"

andima ha detto...

@chechi
sì in effetti avevo dimenticato il verbo "rosicare"!!

@Marco
Grazie per la visita e per i complimenti:)

@Top
Onestamente io ero uno di quelli che dubitava addirittura sulla presenza azzurra nel torneo, visto che ogni anno bisogna giocarsi il cucchiaio di legno con la Scozia, ma stanno migliorando e ogni tanto possono togliersi anche qualche soddisfazione sportiva, mi raccomando, sportiva e non nazionalista!

vinz_745 ha detto...

Si l'economia è globalizzata e queste sono le regole del gioco.
Le abbiamo accettate più o meno tutti. Sta di fatto che i francesi stanno facendo incetta di aziende italiane e non il contrario.
E non perchè sono cattivi. Perchè hanno un paese che, nonostante tutto, funziona meglio. Mentre l'Italia è allo sbando. Questo è il problema nostro (Berlusconi lo lascerei un attimo da parte per carità di patria).

Francamente preferire perdere una partita di rugby o di calcio ed essere nella situzione opposta.

Poi tu sai bene che quando si scrive tutti giorni in un blog una frase un po' al di sopra delle righe è un rischio che sta dietro l'angolo.

andima ha detto...

@vinz
Nella situazione opposta non so, o meglio purché non si parli di invasioni magari organizzate! Altrimenti si finisce per essere complottisti di complotti difficili da sostenere.
L'esempio di Berlusconi ci sta perché lui di recente ha acquisito un altro canale spagnolo e adesso Mediaset in Spagna è a due, ma non è l'Italia, è Mediaset. Così come il gruppo del Corriere della Sera è proprietario anche de El Mundo, ma.. di nuovo.. lo ha fatto RCS MediaGroup (mi pare si chiami così) e non l'Italia. Non è che l'Italia si sta comprando l'informazione spagnola, né tantomeno gli italiani, così come i francesi, che c'entrano poco (o nulla) se alcuni gruppi imprenditoriali investono in Italia.

E adesso sono senza voce, ieri sera me la son presa con i tedeschi;)