domenica 6 maggio 2012

Trova l'errore

  • Un uomo prende in ostaggio un impiegato con un fucile, ma era per delle tasse non pagate, c'è crisi, ha fatto bene, diventa un eroe
  • Un allenatore prende a cazzotti un suo giocatore, ma sembra abbia insultato la famiglia, non si tocca la famiglia, allora ha fatto bene, benissimo
  • Un tribunale sportivo sentenzia che gli scudetti sono 27, ma chissenefrega delle leggi, dei regolamenti e della giustizia, devono essere 30 in caso di vittoria quest'anno

9 comments:

TopGun ha detto...

L'errore è seguire il campionato\farsa.
E' bello vedere il Napoli vincere e fare bene, è un fatto affettivo perché quei colori ce li hai dentro.

Ma dal punto di vista sportivo il campionato italiano sono anni che di sportivo non ha più niente.

IMHO.

andima ha detto...

@Top
No, aspetta, il primo episodio non si riferisce al campionato :) c'è un filo conduttore che va oltre il calcio

pedro ha detto...

aggiungo:
dei tifosi (anzi ultras, perchè quando succede qualcosa di negativo sono ultras) interrompono una partita, senza fare violenza, solo chiedendo ai giocatori di togliersi la maglia perchè non la meritano e scattano denuncie, inchieste, diffide, un mafioso di nome preziosi ne chiede l'arresto immediato ed i vertici del calcio italiano che hanno avuto a che fare con doping, calcio scommesse, partite truccate, falsi in bilancio...dicono ufficialmente che gli ultras sono la causa della rovina di questo 'sport'.
Ad udine, giocatori e dirigenti laziali e friulani vengono alle mani (come successo anche ieri a bologna), aggrediscono l'arbitro, interrompono la partita per diversi minuti ma i media ed i 'giustizialisti' non aprono bocca per condannare i protagonisti dell'episodio.

Comunque sui primi due episodi posso solo essere felice che si sia data voce anche a chi non si schiera con il solito coro di soliti benpensanti.
Esiste il bianco e nero, in tutto, non una sola verità o un solo giudizio.
Solo la juve resta una MERDA, e basta! ;)

andima ha detto...

@pedro
non si tratta soltanto di sport, ma principalmente (secondo me) di cultura. Nelle giustificazioni sulla scazzottata si parlava di famiglia, miiii la famighia nomminaste, e allora ha fatto bene, via con i cazzotti, di calcio c'è poco in questo episodio, e' cultura giustificare il tutto per molti, "ha fatto bene" e' stata una delle frasi più ripetute, mi ricorda molto l'onore, il rispetto, la risoluzione personale dei conflitti. Anche sulla faccenda degli scudetti, per quanto possa sembrare totalmente un fatto calcistico, c'è tanto di culturale anche li', il non accettare una sentenza, il disinteresse a decisioni, il non rispetto verso un regolamento, la sfiducia nelle istituzioni, etc. Sto esagerando? Sto leggendo cose che la realtà non dice? Secondo me, no, al di la' dello sport, vedo un approccio sbagliato in tutti e tre i casi, che viene dalla pancia e che, se estendiamo alle classi alte, anche a quei politici o alle loro dichiarazioni, spiegano tanto.

p.s. Più che bianco e nero, esistono scale di grigio, secondo me :) ad ogni modo, la juve, al di la' di polemiche, goal fantasma e lamentele, e' stata la più continua e espressione di un bel calcio, se lo e' meritato dai, questo VENTOTTESIMO scudetto ;)

TopGun ha detto...

ho capito il filo conduttore.
è brutto dirlo, ma scopri l'ovvio...

andima ha detto...

@Top
vero, amaramente.

noiduenelmondo ha detto...

.. Alcuni, questo filo conduttore lo guardano dal punto sbagliato ..
Dancer.

Boss ha detto...

Concordo con te... Triste filo conduttore di una brutta cultura.

Baol ha detto...

Concordo pienamente su tutti e tre i punti (oddìo, forse sul secondo un po' meno perchè secondo me l'allenatore non ha totalmente sbagliato, non doveva farlo in quel modo ma un paio di schiaffi, in separata sede, se li meritava tutti, il calciatore).

Quanto al numero di scudetti, come ha detto Zeman per me sono 22, al massimo 23