mercoledì 23 gennaio 2013

Cervelli in fuga

Sul sito della EPSO (un blog), per la sottomissione di richieste di partecipazione alle selezioni per lavorare per le istituzioni europee, si possono anche aggiungere commenti. La pagina è in inglese, ma c'è chi commenta in italiano, spudoratamente insistendo sul copia e incolla anche per sottomettere lettere di motivazione per posizioni differenti (e quindi anche le motivazioni dovrebbero essere differenti, la disoccupazione, a volte, è giusta), e c'è chi, sempre in italiano, aggiunge in un commento il suo curriculum, pensando forse così d'aver sottomesso la sua richiesta, andando magari al bar, sotto casa, tra qualche mese, e sbuffando in un "niente, nessuna notizia, quelli della Commissione, a Bruxelles, mi avranno scartato, chissà perché...". Già, chissà perché. Sono cattivissimo, lo so.

7 comments:

TopGun ha detto...

si ma questo inglese, cioè, c'avit' accis'.
ma perché in commissione non convertono tutto in Italiano?

andima ha detto...

@TopGun
tranquillo, c'è un piano di semplificazione :D
(vecchia ma sempre carina)

"Improved English Spelling

The European Commission just announced an agreement whereby English will be the official language of the EU rather than German, which was the other possibility.

As part of the negotiations, Her Majesty's Government conceded that English spelling had some room for improvement and has accepted a 5 year phase in plan that would be known as "EuroEnglish".

In the first year, "s" will replace the soft "c". Sertainly, this will make the sivil servants jump with joy. The hard "c" will be dropped in favor of the "k". This should klear up konfusion and keyboards kan have less letters.

There will be growing publik enthusiasm in the sekond year, when the troublesome "ph" will be replaced with the "f". This will make words like "fotograf" 20% shorter.

In the third year, publik akseptanse of the new spelling kan be expekted to reach the stage where more komplikated changes are possible. Governments will enkorage the removal of double letters, which have always ben a deterent to akurate speling.

Also, al wil agre that the horible mes of the silent "e"'s in the language is disgraceful, and they should go away. By the 4th year, peopl wil be reseptiv to steps such as replasing "th" with "z" and "w" with "v".

During ze fifz year, ze unesesary "o" kan be dropd from vords kontaiining "ou" and similar changes vud of kors be aplid to ozer kombinations of leters.

After zis fifz yer, ve vil hav a reli sensibl riten styl. Zer vil be no mor trubls or difikultis and evrivun vil find it ezi tu understand ech ozer.

ACHTUNG! ZE DREM VIL FINALI KUM TRU!!"

Francoise ha detto...

COMPIUTER :D

andima ha detto...

@Françoise
compiuter :D e anche SCRIVENDO TUTTO IN MAIUSCOLO CHE SEMBRA TANTO URLARTI ADDOSSO COMO LO ODIO :D

Anonimo ha detto...

fantasticol il tizio che espone in chiaro i suoi dati personali sul sito EPSO (che tra l'altro, precisiamo, e' un blog e NON il sito di iscrizione ai concorsi...)
EPSO e' un sito alienante, in realta' l'intero sistema di assunzione nelle istituzioni e' alienante (piu' che le vere competenze e conoscenze sono testate abilita' sulla base di parametri psicometrici).
Quanto al discorso linguistico..per lavorare nelle istituzioni bisogna conoscere almeno altre due lingue, quindi esprimersi in una di queste due in un blog ufficiale mi pare il minimo..

rocco ha detto...

certe minchiate puoi evitarle di scrivere! lo so che non sono tenuto a leggere il tuo blog ma la "minchiata" sul tipo che scrive un commento in italiano come se cercasse lavoro potevi evitartela e spero la prossima volta la eviterai. Non tutti hanno l'opportunita' di partire, non tutti hanno avuto l'opportunita' di studiare... io l'avevo letto ma non mi ha fatto nessun effetto. Cerca di metterti sempre a livello di chi ti sta difronte...

andima ha detto...

@rocco
lo so, ma era un post ironico, non voleva mica essere un trattato sul come si usa un sito ufficiale della EPSO o come si scrivono i commenti sul sito della EPSO o non so quale altro significato hai voluto attribuire a questo post.
Il tuo commento sembra simile a quelli che, ad una battura di Spinoza (lungi da me dal comparare la mia ironia spicciola a la loro, eh) su un fatto grave (e ne fanno spesso), attaccano per mancanza di empatia, delicatezza, politically correct, etc (e accade puntualmente, su Twitter come sul loro sito). Che sono tutti commenti giustificabilissimi, ci mancherebbe, ma ogni tanto si puo' uscire un po' da certi recinti e farsi una risata, no?
Eppoi, si giocava anche con lo stereotipo del cervello in fuga, come da titolo, tanto abusato e fiabeggiato, ma va beh, avrai interpretato il post in modo diverso e ci stava. Su questo blog non si fa quasi mai ironia di certe cose, lo dico a memoria, ma non mi sbaglio, ce ne sono a bizzeffe di post di aiuto, consiglio, supporto, che ogni tanto si vada con ironia sull'argomento, beh... concedimelo, no? Eppoi, ho lasciato uno screenshot giusto perché il commento e' li' visibile a tutti, senza bisogno di login ne' altro, io ne ho solo amplificato di pochissimo la visibilità, altrimenti non mi sarei permesso o almeno avrei barrato nome e cognome (su cui ho esitato tanto, ad essere sincero).
La prossima volta non so se la evito, dipende dall'umore della giornata.